Focus HOME

Inverno al caldo con Airflower di Electrolux

Ci sono mamme apprensive, mamme più rilassate, mamme zen, ma se c’è un timore condiviso da tutte è: “e se di notte sente freddo?”

Ecco, questa è la domanda che mi sono fatta appena arrivati i primi freddi; per noi questo è il secondo inverno con Flavia, ma mentre l’anno scorso piccola (e innocua) com’era, la notte riuscivamo tranquillamente a rimboccarle le coperte evitando che si scoprisse, quest’anno è una lotta persa in partenza.

Flavia nel suo lettino di notte fa evoluzioni incredibili e riesce come un piccolo Houdini a liberarsi dal piumino, detesta il sacco nanna e così finisce puntualmente per dormire tutta la notte scoperta.

Ma abbiamo trovato la soluzione: ricordate Airflower, il condizionatore portatile di Electrolux di cui vi avevo parlato quest’estate? (Qui il post) Lui, ancora una volta, ci ha salvato, facendo dormire a tutti sonni tranquilli.

Grazie alla tecnologia a pompa di calore infatti Airflower è in grado di riscaldare l’ambiente in maniera molto più rapida rispetto ai termosifoni e in più con consumi e assorbimento ridotti rispetto ai modelli tradizionali che utilizzano resistenze.

Non solo, il sistema brevettato AirSurround crea un circolo d’aria che riscalda più efficacemente rispetto agli altri condizionatori, creando un piacevole flusso d’aria indiretto. (Capacità di riscaldamento: 2,1 kW –7.165 BTU/h).

Con il suo design moderno che si integra perfettamente con l’arredamento, è un piacere tenerlo nella sua cameretta e poi, dettaglio non trascurabile, le maniglie ergonomiche e le ruote a scomparsa facilitano gli spostamenti: capita spesso infatti di spostarlo nel bagno quando è l’ora di fare la doccia e vogliamo riscaldare l’ambiente per rendere piacevole un momento che Flavia ama tanto.

Airflower ancora una volta ha migliorato la qualità della nostra vita: Flavia continua a scoprirsi, ma noi siamo sereni perché la temperatura della sua cameretta non scende sotto i 22 gradi.


Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook