Focus NOTIZIE

Siti di incontri: le statistiche spiegano come e per chi funzionano

Nell’era della Digital Transformation fare nuove conoscenze e incontrare sul web l’anima gemella non è più un mero sogno.
I siti di incontri online rappresentano il luogo virtuale dove uomini e donne di ogni fascia d’età possono conoscersi, chattare, incontrarsi ed iniziare una relazione d’amore.
Il successo delle piattaforme di dating online è legato ai cambiamenti sociologici che la società sta sperimentando nel tempo.
Purtroppo, non tutti gli internauti nutrono una grande fiducia nei confronti dei siti e delle chat di incontri.
Perché siamo così titubanti nel credere che i siti di incontri possano funzionare efficacemente?
Secondo il Pew Research Center, circa un quarto della popolazione mondiale ritiene che “[…] le persone che usano siti di incontri online sono disperati e depressi”.
Inoltre, alcune ricerche rivelano che la maggior parte delle piattaforme di incontri non funzionano come ci si aspetterebbe.
Quindi per capire come orientarsi possiamo fare riferimento a blog che elencano siti per incontri che funzionano oppure affidarci a studi statistici che andiamo adesso a vedere.
Dating online: i risultati delle ricerche
Sempre più utenti utilizzano la rete Internet per trovare partner romantici, per fissare appuntamenti al buio o per vivere un’avventura d’amore occasionale.
Trovare l’amore sul web è un fenomeno epocale o una moda? A fare chiarezza sono state alcune ricerche accademiche: un sondaggio condotto nel 2015 dal Pew Research Center ha dimostrato che il 5% delle coppie si sono innamorate grazie ad un sito o ad una chat di dating online.
Nel 2017 un’altra survey condotta da The Knot ha rilevato che il 19% delle coppie si è conosciuta grazie all’iscrizione ed all’utilizzo di un sito di incontri.
I dati statistici e le ricerche svolte dagli accademici americani hanno dimostrato che il trend di profili iscritti ai siti di dating online è in costante crescita, ma il vero problema è capire se gli incontri online funzionano in modo efficace.
Tutto dipende dagli obiettivi, dallo stile di vita e dal profilo psicologico dei dater che si propongono di utilizzare le piattaforme di incontri online per ricercare l’anima gemella, per rimorchiare o per fissare sexy dating.
In fin dei conti, gli interessi sono diversi a seconda del profilo psicologico di ogni iscritto. Per rispondere al quesito se i siti di incontri funzionino davvero, è fondamentale capire gli obiettivi reali degli utenti.
Utilizzo i siti di dating online per incontrare persone al di fuori delle mie cerchie sociali e mi piace fissare appuntamenti per fare nuove esperienze. Anche se non ho mai avuto intenzione di trovare amici sulle app, il mio scopo principale è quello di instaurare un rapporto d’amore”, argomentano alcuni dater che utilizzano le principali piattaforme e chat di incontri.
Altri profili psicologici di dater, soprattutto donne, raccontano la propria esperienza deludente nel trovare l’amore sul web: nonostante i test di affinità siano positivi, al primo appuntamento fisico le aspettative sono disattese.
Si finisce solo nell’instaurare amicizie, ma è difficile trovare l’anima gemella con cui instaurare un rapporto d’amore serio”, commentano molte donne iscritte ai siti di dating online.

Siti di incontri che funzionano: profilo psicologico dei dater
Solo un numero esiguo di utenti riesce effettivamente ad avere successo e a coronare il proprio sogno nel cassetto. Qual è il profilo psicologico dei dater che hanno successo? Gli utenti che hanno più possibilità di instaurare un rapporto d’amore duraturo sono quelli più affermati e più impegnati dal punto di vista professionale.
In un interessante studio, i ricercatori (Kim et al., 2009) hanno intervistato un pool di 3.345 dater negli Stati Uniti: il campione era costituito da 1.588 (47.5%) uomini e 1.757 (52.5%) donne.
Grazie all’utilizzo di questionari standardizzati, gli accademici hanno scoperto che le persone più “socievoli” sono quelle che hanno maggiori probabilità di utilizzare con successo i siti di incontri.
Questi risultati mettono in discussione la profilazione stereotipata dei dater: i ricercatori spiegano che il successo delle relazioni romantiche è il dominio dell’autovalutazione.
“Le persone socievoli considerano le relazioni romantiche un dominio importante per l’autostima e i siti di incontri sono un potente mezzo per coronare il proprio sogno nel cassetto”, commentano i ricercatori americani.
Le persone con bassa autostima, secondo gli psicoterapeuti, adottano strategie del tutto opposte e cercano di evitare l’iscrizione ai siti di incontri online.

Le coppie nate sul web sono più solide?
Alcune ricerche hanno confermato che molte coppie nate grazie al web sono più solide di quelle che si sono conosciute tradizionalmente.
Le persone che si incontrano online si sposano più velocemente di quelle che si incontrano sul posto di lavoro o al bar, sottolinea Michael Rosenfeld, sociologo di Stanford.
Secondo il Brain Research Institute, almeno 2 relazioni su 5 iniziano proprio grazie all’utilizzo di una piattaforma di incontri online.
Inoltre, le previsioni degli esperti parlano chiaro: i numeri sono destinati a crescere nel tempo, e nella maggior parte dei casi, l’obiettivo degli utenti è quello di instaurare una relazione d’amore a lungo termine.
Ad esempio, l’80% degli utenti di Tinder sottolinea che la principale finalità nell’utilizzare il sito e la chat di incontri è quella trovare un’anima gemella.
Un altro interessante studio condotto dai ricercatori ha validato la tesi che i matrimoni nati da una relazione d’amore via web hanno meno probabilità di finire entro il primo anno.
I matrimoni delle coppie che si incontrano online sono destinati a durare più a lungo. Inoltre, si hanno meno probabilità di separarsi o di divorziare entro il primo anno di matrimonio.
Questa ricerca è stata condotta da Philipp Hergovich dell’Università di Vienna e da Josué Ortega dell’Università di Essex, sulla base dei dati raccolti dall’Accademia Nazionale delle Scienze (anno 2013).
Le coppie che si incontrano online sono più soddisfatte della loro vita coniugale”, sottolinea uno studio di John Cacioppo e Margaret Blake, Docenti di psicologia.
Gli accademici ritengono che i siti di incontri funzionano solo nei casi in cui i dater hanno ben chiari gli obiettivi che vogliono raggiungere.

Alcuni consigli utili:
Ecco qualche consiglio utile affinché un sito di incontri online funzioni ad hoc:
• una volta che incontri qualcuno a cui sei interessato, trasferisci la conversazione offline,
• non giudicare il profilo di un dater valutando solo l’aspetto fisico: tali qualità non predicono il successo della relazione d’amore nel lungo termine,
• valuta i potenziali partner separatamente: ciò consente di riflettere con maggiore attenzione sul profilo psicologico di ciascun partner,
• man mano che acquisisci maggiore esperienza negli incontri online, rifletti sugli errori pregressi.,
la strategia di self-disclosure porta a un maggiore successo relazionale in quanto migliora l’intimità e la soddisfazione. L’autodisvelamento o self-disclosure, secondo gli psicoanalisti, può migliorare l’intimità attraverso la condivisione di informazioni personali. L’autodisvelamento fornisce agli utenti maggiori informazioni sui potenziali partner, consentendo un migliore processo decisionale.
Insomma, trovare la propria anima gemella online è possibile, l’importante è fissare obiettivi chiari, precisi e concreti.


Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook