Focus NOTIZIE

Letspay: per pagare alla cassa basta un braccialetto

Scena di vita quotidiana: io al supermercato con una bimba in braccio, un carrello della spesa pieno, lei che prova a prendere qualunque cosa dallo scaffale accanto a noi, io che con una mano la fermo, con l’altra cerco trafelata il portafogli in una borsa sempre troppo caotica, acrobazie degne di una circense per riuscire a pagare e imbustare, tutto mentre il cassiere sbuffa spazientito porgendomi sventolando lo scontrino e il tizio in fila dietro di me evidentemente poco empatico che alza gli occhi al cielo scocciato.

Se vi rivedete in questa scena tragi-comica, benvenuti nel club, ma ho una buona notizia: la soluzione per semplificarmi la vita e ridurre lo stress al momento dei pagamenti, l’ho trovata e nella mia immensa magnanimità ho pensato bene di condividerla con voi: la rivoluzione si chiama Letspay, si tratta di un braccialetto di Unipol Banca con Visa Debit integrata che consente di pagare semplicemente avvicinando il braccialetto al POS.

Praticamente niente più “panico” alla cassa, niente più ricerche affannate della carta o del contante, avvicini il braccialetto al POS e un suono ti avvisa che il pagamento è stato effettuato con successo. Si può usare ovunque e sempre, in più per acquisti sotto i 25 euro non serve neanche digitare il PIN.

Può un accessorio cambiarti la vita? Cambiarla forse no, ma migliorarla sì e questo dispositivo wearable consente di avere uno strumento di pagamento contactless, sempre a portata di polso, anche per piccoli importi.

Come funziona? Semplicemente grazie a una carta Visa Debit formato sim che si inserisce nel taschino del braccialetto. Letspay si può acquistare nelle 263 filiali Unipol oppure se si è già titolari del servizio Internet Banking del gruppo, nel Virtual Shop. I colori disponibili sono 9, oltre al nero si può scegliere di prenderlo verde, blu, azzurro, rosso, rosa, fucsia, giallo e acquamarina.

Credetemi, la sensazione di sfoggiare un accessorio comodo, colorato e pratico che guarda al futuro, è decisamente piacevole


Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook