Lo stile boho-chic della nuova collezione Zara Home autunno/inverno 2015-2016

New-Zara-Home-collection-Autumn-Winter-2015-2016-2-622x477

C’è un posto dove abitualmente dico “entro a dare solo un’occhiata” e puntualmente mi perdo. Sarà per quel gusto impeccabile nell’allestimento, sarà perchè è esattamente lo stile che amo in fatto di arredamento per la casa, ma anche quando non mi serve niente, esco da lì con una parure di lenzuola, un vaso, un profumo per ambienti e una cornice.

La verità è che Zara Home è una tentazione fortissima e il nuovo catalogo con la collezione autunno/inverno 2015-2016 ne è un’ulteriore conferma: dalle lenzuola in quelle delicate tonalità pastello e motivi floreali ai complementi d’arredo dal gusto boho-chic, per non parlare di ceramiche per la tavola e accessori per il bagno. Leggi il resto di questo articolo »

Tempo di Frullati, smoothies, succhi e centrifughe: ecco perchè fanno bene e come prepararli in casa

Smoothie e frullati

Fa caldo, parecchio. E noi ci sentiamo fiacche e senza energia. Questa lunga estate caldissima ci ha sfiancato e le giornate afose non ci danno tregua. Oltre ad assumere integratori e sali minerali, se c’è una cosa che può tirarci su, reidratando la pelle, integrando i liquidi persi e mantenendo la pelle elastica sono le bevande homemade: colorate, fresche, gustose si preparano in casa, non hanno coloranti, aromi o zuccheri aggiunti (se non quelli naturali della frutta) e se bevuti a colazione o a merenda sono un toccasana per combattere ritenzione idrica e cellulite in maniera assolutamente naturale.

Su Spray Food, il magazine del gusto, “costola” semestrale di Spray, ho fatto il punto della situazione, segnalando le varie tipologie e le loro proprietà, vi ripropongo qui l’articolo: Leggi il resto di questo articolo »

Beach etiquette: le 10 regole per convivere (più o meno) pacificamente con il vicino d’ombrellone

Print

Liberi, abbronzati e felici.

In estate, e soprattutto in vacanza, assaporiamo una sensazione di libertà e spensieratezza che negli altri periodi dell’anno è un miraggio: scadenze, orari d’ufficio, giungla metropolitana e traffico, cedono il posto a tempi rilassati, voglia di assaporare ogni singolo momento, tempo per fare ciò che ci piace e ci fa stare bene.

Attenzione però, la spiaggia è un luogo di relax, dove staccare la spina, ma le buone maniere e lo stile non vanno in vacanza. Ecco un decalogo da tenere a mente quando saremo al mare, dove a meno di non trovarsi su un isolato atollo dell’Oceano Pacifico, ci ritroveremo a convivere con vicini di ombrellone e vacanzieri d’ogni tipo: fate in modo di dare il buon esempio, distinguetevi non (solo) per la scelta del bikini, ma soprattutto per il vostro savoir fare e la vostra educazione. Leggi il resto di questo articolo »

#MYSANTALMOMENT: tre mini-video raccontano i succhi di frutta Santàl e diventano uno spot TV

SANTAL

Con le torride temperature di questi giorni, aprire il frigorifero e trovare qualcosa di fresco, gustoso e dissetante è un po’ come trovare un’oasi in un deserto. Dietro quel gesto in realtà c’è molto di più dell’atto di sorseggiare un bicchiere di succo: c’è una pausa dallo studio matto e disperato per l’ultima materia della sessione estiva, c’è un break tra una pila di scartoffie e un’altra, c’è un “ho bisogno di staccare” dopo ore con gli occhi incollati al pc e la tastiera che bolle. Non è solo un bicchiere di succo di frutta, in fondo, è un momento tutto per noi.

Lo sa bene il marchio Santàl, da anni sinonimo di succhi di frutta buoni e genuini, che quest’anno ha lanciato l’iniziativa #MYSANTALMOMENT una campagna che fa il punto proprio sull’esperienza di gusto. Leggi il resto di questo articolo »

Al mare con il pestemal turco: dagli hammam di Istanbul alle nostre spiagge

a20900a75e3da63e966befa87d3ba314

La scorsa estate, durante il mio viaggio in Turchia, ho riempito le valigie di quelli conosciuti come asciugamani turchi che in realtà hanno un nome ben preciso, pestemal. Li vendevano un po’ ovunque soprattutto nei negozi di souvenir, ma io mi “avevo studiato” e mi ero documentata prima della partenza e ho fatto in modo di acquistare gli originali, quelli realizzati in quel tessuto chiamato fouta che usano soprattutto negli hammam.

Effettivamente la differenza si nota ed il prezzo era naturalemente differente, ma, come si dice, soldi ben spesi. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero