Beach etiquette: le 10 regole per convivere (più o meno) pacificamente con il vicino d’ombrellone

Print

Liberi, abbronzati e felici.

In estate, e soprattutto in vacanza, assaporiamo una sensazione di libertà e spensieratezza che negli altri periodi dell’anno è un miraggio: scadenze, orari d’ufficio, giungla metropolitana e traffico, cedono il posto a tempi rilassati, voglia di assaporare ogni singolo momento, tempo per fare ciò che ci piace e ci fa stare bene.

Attenzione però, la spiaggia è un luogo di relax, dove staccare la spina, ma le buone maniere e lo stile non vanno in vacanza. Ecco un decalogo da tenere a mente quando saremo al mare, dove a meno di non trovarsi su un isolato atollo dell’Oceano Pacifico, ci ritroveremo a convivere con vicini di ombrellone e vacanzieri d’ogni tipo: fate in modo di dare il buon esempio, distinguetevi non (solo) per la scelta del bikini, ma soprattutto per il vostro savoir fare e la vostra educazione. Leggi il resto di questo articolo »

#MYSANTALMOMENT: tre mini-video raccontano i succhi di frutta Santàl e diventano uno spot TV

SANTAL

Con le torride temperature di questi giorni, aprire il frigorifero e trovare qualcosa di fresco, gustoso e dissetante è un po’ come trovare un’oasi in un deserto. Dietro quel gesto in realtà c’è molto di più dell’atto di sorseggiare un bicchiere di succo: c’è una pausa dallo studio matto e disperato per l’ultima materia della sessione estiva, c’è un break tra una pila di scartoffie e un’altra, c’è un “ho bisogno di staccare” dopo ore con gli occhi incollati al pc e la tastiera che bolle. Non è solo un bicchiere di succo di frutta, in fondo, è un momento tutto per noi.

Lo sa bene il marchio Santàl, da anni sinonimo di succhi di frutta buoni e genuini, che quest’anno ha lanciato l’iniziativa #MYSANTALMOMENT una campagna che fa il punto proprio sull’esperienza di gusto. Leggi il resto di questo articolo »

Al mare con il pestemal turco: dagli hammam di Istanbul alle nostre spiagge

a20900a75e3da63e966befa87d3ba314

La scorsa estate, durante il mio viaggio in Turchia, ho riempito le valigie di quelli conosciuti come asciugamani turchi che in realtà hanno un nome ben preciso, pestemal. Li vendevano un po’ ovunque soprattutto nei negozi di souvenir, ma io mi “avevo studiato” e mi ero documentata prima della partenza e ho fatto in modo di acquistare gli originali, quelli realizzati in quel tessuto chiamato fouta che usano soprattutto negli hammam.

Effettivamente la differenza si nota ed il prezzo era naturalemente differente, ma, come si dice, soldi ben spesi. Leggi il resto di questo articolo »

Le sac en papier, un semplice sacchetto di carta riciclata diventa un pezzo di design

le sac_en papier_design

Un trend per diventare tale, non deve stupire necessariamente con effetti speciali, spesso è la semplicità la carta vincente.

Prendete “Le sac en papier” in fondo è solo un normale sacchetto di carta, ma è il nuovo tormentone in materia di home decor. A decretarne il successo sono stati i numerosissimi scatti condivisi dagli utenti su Instagram e Pinterest, seguiti a ruota dai blog di design. Leggi il resto di questo articolo »

“Kit Frisa” tutto l’occorrente per condire un’ottima frisa salentina, in un packaging moderno e accattivante

kit_frisa_4

Se vai in Salento non puoi non mangiare la frisa. Si tratta di uno dei piatti tipici del luogo, una ciambella croccante a base di grano o di orzo, un piatto povero della tradizione contadina che in estate è il pranzo ideale in spiaggia; si condisce con ingredienti genuini e freschi un po’ come una briuschetta ( ma non dite mai ad un salentino che la frisa è un po’ come una bruschetta!!). Una vera bontà! Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero