Focus Mum & The City

Arte e bimbi: esercizi di creatività e mini laboratori da fare in casa

Le attività di espressività artistica sono un mezzo potentissimo di scoperta e allenamento della creatività per bambini. Spesso ci si focalizza sul “bel risultato”, per esempio da adulti siamo contenti di vedere un disegno dove i soggetti siano ben rappresentati, ovvero riconoscibili secondo canoni condivisi (il sole è una palla gialla con raggi filiformi, la casetta ha il tetto a triangolo, il prato è sempre verde). Questo codice di rappresentazione della realtà non è spontaneo ma viene tramandato e appreso. Per i bimbi molto piccoli però può essere più interessante non avere premura di “insegnargli” a disegnare, ovvero a rappresentare la realtà secondo delle regole.

L’attività del disegno infatti è molto legata alla capacità di osservazione della realtà. Disegnare ciò che “sappiamo”, nel modo in cui si “deve” ci toglie l’occasione di fare la nostra esperienza personale di realtà e osservare dettagli bellissimi. Accorgersi ad esempio che il cielo può essere viola o rosa, che il sole a volte è rosso fuoco o appare come un alone bianco che si vede appena, che le case hanno tutte forme diverse, che un prato autunnale non è verde. I bambini sono molto propensi a notare tutte queste cose, sono le regole tramandate del disegno a impedire di restituirle in immagini. Durante un corso con i bambini un giorno una di loro mi ha spiegato che l’alone colorato che usciva fuori dal contorno disegnato dei suoi fiori era “profumo”.

Questo è veramente sperimentare con l’arte in modo autentico ed espressivo. In sintesi sono profondamente convinta che sperimentare con i colori anche uscendo fuori dalla “rappresentazione canonica della realtà” sia un percorso di scoperte incredibili per i bimbi.

Trasparenze

Ideale per bimbi dai 3 ai 5 anni

Materiale occorrente:

-un foglio bianco
-fogli di carta velina colorata
-colla stick
-forbicine
-una ciotolina con acqua

Fase preparatoria a cura dell’adulto: tagliare in piccoli pezzettini (senza bisogno di essere precisi) la carta velina colorata

Laboratorio:

La carta velina ha una caratteristica bellissima, quella di essere trasparente. Invitando i bimbi ad incollare i pezzetti sul foglio, loro faranno spontaneamente esperienza delle sovrapposizioni e giocando inizieranno a scoprire come i colori si influenzano e si modificano tra loro. Giocando si può introdurre loro la teoria dei primari, ovvero i colori dai quali si generano tutti gli altri: giallo, ciano, magenta. Si potrà osservare che il giallo sovrapposto al rosso crea un l’arancio, che il giallo sovrapposto all’azzurro crea il verde, che il blu sovrapposto al rosso crea il viola.
Poiché la carta velina stinge moltissimo a contatto con l’acqua l’attività può essere completata con una bacinella. Mettendo a mollo pezzettini di carta di colori diversi si può sperimentare come l’acqua cambi rapidamente colore (solitamente i bimbi adorano questo momento!).

Articolo a cura di Gabriella Trovato

Chi è Gabriella? Gabriella Trovato, è una libera disegnatrice, esperta di arti visive e didattica dell’arte. Crede che la creatività sia un metodo alla portata di tutti e che vada stimolata tutti i giorni (e a tutte le età). Duediquadri è il suo progetto di lavoro e anche un Atelier, un luogo dove lasciar spazio all’immaginazione e dove organizza laboratori di disegno, pittura, espressività con i mezzi dell’arte, manualità e decorazione.

Su Instagram Gabriella la trovate come @duediquadri .


Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook