Senza categoria

Al mare con il pestemal turco: dagli hammam di Istanbul alle nostre spiagge

a20900a75e3da63e966befa87d3ba314

La scorsa estate, durante il mio viaggio in Turchia, ho riempito le valigie di quelli conosciuti come asciugamani turchi che in realtà hanno un nome ben preciso, pestemal. Li vendevano un po’ ovunque soprattutto nei negozi di souvenir, ma io mi “avevo studiato” e mi ero documentata prima della partenza e ho fatto in modo di acquistare gli originali, quelli realizzati in quel tessuto chiamato fouta che usano soprattutto negli hammam.

Effettivamente la differenza si nota ed il prezzo era naturalemente differente, ma, come si dice, soldi ben spesi.

pestemal3

Rientrata in Italia ero soddisfatta dei miei acquisti “originali” e non vedevo l’ora quest’anno di sfoggiare in spiaggia i miei pestemal.

Quest’anno, primo giorno di mare, un colpo d’occhio sui lettini: dei classici teli in spugna da mare neanche l’ombra, al loro posto distese di pestemal di ogni colore. Turbata dalla cosa mi chiedevo se per caso non fossero tutti reduci da un viaggio a Istanbul, sembrava improbabile, salvo scoprire poco dopo l’arcano: i venditori ambulanti li vendono in spiaggia per pochi euro e i negozi sono invasi da pestemal o presunti tali. Sì perchè ok, non sono uguali al mio, non sono in cotone morbido e le frange non sono intrecciate a mano, ma diciamoci la verità: l’effetto è quello.

pestemal_turco

Digerito il fatto che il mio souvenir ricercato fosse ormai inflazionato, non rinuncerò per questo a portarlo in spiaggia. E’ pratico, a differenza del classico telo in spugna a cui siamo abituati, non ingombra nella borsa mare e si asciuga molto più rapidamente.

E poi, detto fra noi, è molto più chic.

 


Potrebbe interessarti

1 Comment

  • Reply
    Enrica
    14 luglio 2015 at 14:11

    Comprato anche io nel mio viaggio in Turchia ormai quattro anni fa e mi trovo benissimo in spiaggia e soprattutto in borsa visto il poco peso!

  • Lascia un Commento

    Connect with Facebook