HOME

10 suggerimenti per progettare e realizzare la tua cucina “perfetta”

cucina1

I mille impegni della vita quotidiana talvolta sottraggono inevitabilmente tempo alle nostre passioni, e spesso quella di mettersi ai fornelli è la prima a cui si è costrette a rinunciare.

Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, però, ciò significa che quando si avrà finalmente tempo da dedicare alle proprie ricette preferite, il piacere di cucinare sarà ancora maggiore: e per rendere davvero appaganti questi momenti, occorre una cucina che sia ben organizzata, funzionale e pratica (e ovviamente bella emagari instagrammabile, perché, si sa, anche l’occhio vuole la sua parte!).

Ecco dieci consigli che potranno tornarti utili per creare e personalizzare una cucina in grado di regalarti tante soddisfazioni:cucina2

  1. Il piano di lavoro

Affettare la verdura, tagliare i formaggi, preparare gli impasti… queste e tantissime altre attività si svolgono sul piano di lavoro che perciò occupa un ruolo centrale in qualsiasi cucina. Come sceglierlo al meglio? È fondamentale optare per un materiale che sia resistente agli urti, ai tagli e all’usura, e che perciò offra una lunga durata nel tempo: perfetti per questi scopi sono i piani di lavoro in granito, okite, gres e materiali compositi.

  1. L’illuminazione

Mentre in passato erano i tradizionali lampadari o plafoniere a garantire l’illuminazione della cucina, l’interior design oggi privilegia l’utilizzo di faretti collocati in posizione strategica per illuminare singolarmente i diversi elementi della cucina. Spesso azionabili autonomamente, questi faretti non solo creano un’ambientazione più intrigante quando c’è buio, ma offrono anche il vantaggio di un’illuminazione efficiente e localizzata laddove ce n’è maggior bisogno. Grazie alle lampadine a LED, inoltre, anche il risparmio energetico è garantito.cucina3

  1. Le ante…

Anche se la scelta di questi elementi della cucina potrebbe sembrare di importanza secondaria, in realtà il materiale e il look delle ante hanno un peso non trascurabile quando si considera il risultato finale. Le soluzioni preferite sono le ante in legno naturale, un materiale bello, ecosostenibile e resistente; le ante laccate, che conferiscono alla cucina un aspetto luminoso e moderno; oppure ancora le ante in nobilitato, che coniugano la bellezza dell’effetto legno con la resistenza della finitura melaminica.

  1. …e le loro (eventuali) maniglie

Una volta individuato il proprio tipo di ante preferito, eccoci arrivate alla scelta delle maniglie. Particolarmente apprezzate di questi tempi sono le maniglie a barra, semplici ed eleganti, disponibili anche in varianti curve, mentre le maniglie a bottone, a conchiglia o pendenti sono ideali per i mobili in stile tradizionale. Volendo si può fare anche a meno di questi elementi sporgenti, optando per maniglie a incasso/a scomparsa oppure per ante a scorrimento e cassetti che si aprono a pressione.cucina4

  1. La scelta del piano di cottura

Se la cucina è il cuore della casa, i fornelli sono il cuore della cucina. Che tipologia scegliere? I tradizionali fornelli a gas sono stati affiancati in tempi relativamente recenti dai piani di cottura a induzione, che permettono di cucinare in modo più sicuro e con un perfetto controllo dei parametri di cottura. Vi intriga la modernità, ma non volete rinunciare al gas? Allora potrete optare per piani di cottura ibridi, in cui figurano sia piastre che fuochi.

  1. Tecnologia? Sì, grazie!

Le cucine di oggi tendono a essere sempre più hi-tech, perciò nel progettare il nostro nuovo arredo non vorremo certo trascurare quei gadget in grado di renderlo ancor più efficiente, vero? Tra i dispositivi più in voga troviamo gli elettrodomestici “intelligenti” azionabili da remoto attraverso lo smartphone, le macchine automatiche per il caffè, i microonde multifunzione e, al servizio dell’entertainment, gli impianti stereo integrati nella cucina e i televisori a schermo piatto.cucina5

  1. Soluzioni di organizzazione e contenimento efficienti

Chi si lamenta del fatto che la propria cucina da cambiare non sia sufficientemente grande per contenere tutto, probabilmente vorrà acquistarne una nuova più grande e capiente. Ma il “peccato originale” spesso non è dovuto tanto alle dimensioni del mobilio, quanto al modo in cui esso è organizzato: ecco perché si consiglia l’utilizzo di quei piccoli ma efficientissimi accorgimenti che permettono di sfruttare al meglio ogni spazio e volume disponibile. Qualche esempio di accessori da cucina utili? Contenitori da fissare alle pareti, elementi divisori per cassettoni che permettono di riporre pentole, coperchi e attrezzi da cucina su più livelli, oppure ancora binari per collocare a vista i calici e vaschette per utensili e posate con cui organizzare in modo razionale i cassetti.cucina6

  1. Isole e penisole

Ideali per creare piani di appoggio e volumi di contenimento aggiuntivi, le isole e le penisole sono oggi sulla cresta dell’onda in materia di progettazione di cucine. Grazie a queste soluzioni “smart” l’ambientazione della stanza acquisirà un maggior pregio estetico, per non parlare poi della comodità di dotare penisole e isole di sgabelli per creare uno spazio ideale per fare colazione, mangiare un boccone veloce o condividere un aperitivo con qualche amico!

  1. Occhio al “triangolo”…

Non stiamo parlando del famoso successo di Renato Zero, ma del cosiddetto “triangolo di lavoro” i cui vertici coincidono coi tre luoghi clou delle attività culinarie: frigorifero, lavello/piano di lavoro e piano di cottura. Se avete in programma di acquistare una cucina a “L”, a “U” oppure dotata di isola o penisola, allora dovrete avere l’accortezza di fare in modo che i tre elementi chiave siano posizionati proprio in modo da formare un triangolo, possibilmente equidistanti e senza alcun ostacolo che si frapponga tra loro. In questo modo preparare i pasti sarà più pratico ed efficiente.

  1. …e alla “linea”

Se al contrario avete deciso che una cucina lineare disposta su una sola parete faccia al caso vostro, il triangolo di cui sopra naturalmente non esisterà, riducendosi a una semplice linea. Anche in questo caso è possibile optare per una configurazione particolarmente comoda e riuscita: si tratta di collocare lavello e piano di lavoro al centro, e frigorifero e piano cottura ai due lati.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento

Connect with Facebook